Avvisi

BILANCIO 2018        
 

  Cos'è Avis

 

L'Avis è un'Associazione di volontariato (iscritta nell'apposito Registro Regionale e disciplinata dalla Legge 266/91) costituita tra coloro che donano volontariamente, gratuitamente, periodicamente e anonimamente il proprio sangue. E' un'associazione apartitica, aconfessionale, senza discriminazione di razza, sesso, religione, lingua, nazionalità, ideologia politica, esclude qualsiasi fine di lucro e persegue finalità di solidarietà umana.

 

Fondata a Milano nel 1927 dal dott. Vittorio Formentano, costituitasi ufficialmente come Associazione Volontari Italiani del Sangue nel 1946, riconosciuta nel 1950 con una legge dello Stato Italiano, l'AVIS è oggi un ente privato con personalità giuridica e finalità pubblica e concorre ai fini del Servizio Sanitario Nazionale in favore della collettività.

 

Fonda la sua attività istituzionale e associativa sui principi costituzionali della democrazia e della partecipazione sociale e sul volontariato quale elemento centrale e strumento insostituibile di solidarietà umana. Gli scopi dell'associazione fissati dallo Statuto erano e sono: venire incontro alla crescente domanda di sangue, avere donatori pronti e controllati nella tipologia del sangue e nello stato di salute, lottare per eliminare la compravendita del sangue, donare gratuitamente sangue a tutti, senza alcuna discriminazione. All'AVIS possono aderire gratuitamente sia coloro che donano volontariamente e anonimamente il proprio sangue e sia coloro che, pur non potendo per motivi di inidoneità fare la donazione, collaborano però gratuitamente a tutte le attività di promozione e organizzazione. L'AVIS è un'Associazione di volontari: volontari sono i donatori e volontari sono i suoi dirigenti. L'AVIS è presente su tutto il territorio nazionale con una struttura ben articolata, suddivisa in 3.180 sedi Comunali, 111 sedi Provinciali, 22 sedi Regionali e l'AVIS Nazionale, il cui organo principale è il Consiglio Nazionale.

 

  Identità

 

  Organigramma

    Massimo Petruzzi (Presidente)

    Lombardi Luigi Maurizio (Vice Presidente)

    Broglia Roberto Angelo Nello (Segretario)

    Miolato Venerino Angelo (Amministratore)

    Cornalba Silvio (Revisore dei Conti)

    Quartiani Francesco Pietro (Revisore dei Conti)

    Saronni Pierangelo (Revisore dei Conti)

    Caffi Gianriccardo (Consigliere)

    Corvino Pantalea Antonietta (Consigliere)

    Nepa Francesco (Consigliere)

    Dott.Fabrizio Motta (Direttore Sanitario)

 

  Statuto e Regolamento

Il Regolamento dell'associaione Avis è stato stilato per regolamentare tutte le attività che avvengono nell'associazione e per l'associazione. Lo Statuto Nazionale, al quale tutte le sedi Avis sul territorio fanno riferimento, compreso la nostra sede di Locate di Triulzi, si preoccupa di regolamentare tutte le attività dell'associazione, dalla modalità di Partecipazione alla vita associativa, i compiti del comitato esecutivo, regola le diverse cariche dell'associazione e le diverse assemblee dei soci.    

Il regolamento completo può essere visionato al seguente link

 

  Il Sangue

Il sangue è composto da una parte corpuscolata o cellulare (globuli rossi, globuli bianchi, piastrine) che rappresenta circa il 45% del totale, e una liquida chiamata plasma.

Globuli rossi

I globuli rossi (eritrociti o emazie) hanno principalmente la funzione di trasportare, grazie a una proteina specializzata chiamata emoglobina, l’ossigeno ai tessuti eliminando l’anidride carbonica. Sono costituiti per il 65% di acqua e per il 35% di sostanze solide (95% di emoglobina e 5% di lipidi, enzimi). Non posseggono il nucleo, sono plastici (per riuscire ad attraversare i capillari) e sulla loro superficie sono presenti gli antigeni dei gruppi sanguigni. I valori normali vanno da 4,2 a 6 milioni per millimetro cubo.

Globuli bianchi

I globuli bianchi (o leucociti) hanno una funzione di difesa dell’organismo, sia direttamente distruggendo le sostanze estranee penetrate nell’organismo sia producendo anticorpi.Sono divisi in granulociti (a loro volta suddivisi in neutrofili, basofili ed eosinofili), linfociti e monociti. I valori normali vanno da 4.000 a 10.000 per millimetro cubo.

Piastrine

La loro funzione è importante nella coagulazione del sangue e nei processi riparativi e di cicatrizzazione; sono i più piccoli elementi del sangue. I valori normali vanno da 150.000 a 400.000.

Plasma

Il plasma rappresenta la componente liquida del sangue, grazie alla quale le cellule sanguigne possono circolare. Il plasma è costituito prevalentemente da acqua (oltre il 90%), nella quale sono disciolte e veicolate molte sostanze quali proteine, zuccheri, grassi, sali minerali, ormoni, vitamine, anticorpi e fattori della coagulazione. Dal plasma donato si possono ottenere, mediante frazionamento industriale, alcune sostante importantissime ai fini trasfusionali: Albumina, trasporta diverse componenti del sangue e sostanze nutritive. È una proteina utilizzata nel trattamento di alcune malattie del fegato e dei reni (cirrosi, nefrosi, ecc.), per la cura di stati patologici gravi come lo shock da ustioni, da tra uma, ecc. Immunoglobuline, sostanze protettive o anticorpi che si sviluppano normalmente a contatto con diversi agenti estranei all’organismo, o dopo vaccinazioni. Vengono utilizzate in vari tipi di difetti immunologici o per patologie autoimmunitarie. Fattori della coagulazione (VIII e IX), fondamentali per i pazienti affetti da emofilia A e B che hanno una carenza nel sangue di fattore VIII o IX. Negli ultimi anni l’uso di questi preparati altamente purificati e assai efficaci ha permesso una vita pressochè normale a chi soffre di emofilia.

Le funzioni del Sangue

    Respiratoria (scambio ossigeno/anidride carbonica).

    Nutritizia (porta a tutte le cellule le sostanze nutrienti).

    Escretrice (raccoglie i rifiuti, che convoglia agli organi, destinati a eliminarli).

    Termoregolatrice (regola il calore).

    Regola l’equilibrio idrico e acido-basico (per mezzo del plasma).

    Difesa (trasporta i globuli bianchi e gli anticorpi).

    Coagulante (grazie all’azione delle piastrine e dei fattori plasmatici della coagulazione).

 

  Perchè Donare

Per gli altri

Donare il sangue è un gesto di solidarietà, donare il sangue può davvero salvare una vita o addirittura più vite.Il sangue offerto può servire ai pazienti che subiscono un'operazione chirurgica; nel corso di qualsiasi intervento può diventare necessario, a giudizio del medico anestesista e dei chirurghi, trasfondere al paziente globuli rossi concentrati o plasma o talvolta piastrine.Il sangue non è riproducibile in laboratorio ed è indispensabile per la vita

Per te stesso

Tieni sempre sotto controllo la tua salute,donare sangue periodicamente garantisce a noi, donatori potenziali, un controllo costante del nostro stato di salute, attraverso visite sanitarie e accurati esami di laboratorio. Abbiamo così la possibilità di conoscere il nostro organismo e di vivere con maggiore tranquillità, sapendo che una buona diagnosi precoce eviterà l'aggravarsi di disturbi

 

  Chi può Donare

Età

18-60 anni (per candidarsi a diventare donatori).Chiunque desideri donare per la prima volta dopo i 60 anni può essere accettato a discrezione del medico responsabile della selezione. La donazione di sangue intero da parte di donatori periodici di età superiore ai 65 anni può essere consentita fino al compimento del 70° anno previa valutazione clinica dei principali fattori di rischio età correlati.

Peso

Non inferiore ai 50 kg.

Stato di salute

Buono.

Stile di vita

Nessun comportamento a rischio che possa compromettere la nostra salute e/o quella di chi riceve il nostro sangue.L’idoneità alla donazione viene stabilita mediante un colloquio personale e riservato, una valutazione clinica da parte di un medico e dopo aver effettuato gli esami di laboratorio (prima donazione differita) previsti per garantire la sicurezza del donatore e del ricevente.L’elenco completo dei requisiti fisici del donatore è contenuto nell’allegato IV del Decreto del Ministero della Salute del 2 novembre 2015 recante “Disposizioni relative ai requisiti di qualità e sicurezza del sangue e degli emocomponenti”.

 

  Come Donare

Se desideri diventare Donatore di sangue puoi passare nella nostra sede sita in via Togliatti 17 a Locate di Triulzi dove ti daremo tutte le informazioni che desideri.

Prima di ogni donazione, il donatore (o aspirante tale) è tenuto a compilare un questionario finalizzato a conoscere il suo stato di salute (presente e passato) e il suo stile di vita. Il successivo colloquio e la visita con un medico aiuteranno ad approfondire le risposte alle domande contenute nel questionario.Il mattino del prelievo è preferibile aver fatto una colazione leggera a base di frutta fresca o spremute, tè o caffè poco zuccherati, pane non condito o altri carboidrati semplici.

Al fine di garantire elevati livelli di qualità e sicurezza del sangue e per tutelare la salute sia del donatore, sia dei pazienti, ad ogni donazione il sangue prelevato viene sottoposto ai seguenti esami:

Esame emocromocitometrico completo.

Esami per la qualificazione biologica del sangue e degli emocomponenti di seguito elencati:

   – HBsAg (antigene di superficie del virus dell’epatite virale B);

   – Anticorpi anti-HCV (anticorpo contro il virus dell’epatite virale C);

   – Test sierologico per la ricerca combinata di anticorpo anti HIV (anticorpo contro il virusdell’AIDS) 1-2 e antigene HIV 1-2;

   – Anticorpi anti-Treponema Pallidum (TP) con metodo immunometrico (contro la sifilide);

   – HBV/HCV/HIV 1 NAT (test per rilevare la presenza dei virus de lle epatiti virali B, C e dell’AIDS).

In occasione della prima donazione vengono inoltre eseguiti i seguenti esami per la determinazione dei gruppi sanguigni:

   – Fenotipo ABO mediante test diretto e indiretto.

   – Fenotipo Rh completo.

   – Determinazione dell’antigene Kell e, in caso di positività dello stesso, ricerca dell’antigeneCellano.

   – Ricerca degli anticorpi irregolari anti-eritrocitari.

Il donatore periodico è sottoposto, con cadenza almeno annuale, anche ai seguenti controlli ematochimici: glicemia, creatininemia, alanin-amino-transferasi, colesterolemia totale e HDL, trigliceridemia, protidemia totale, ferritinemia.

Dopo il prelievo viene offerto un ristoro per reintegrare i liquidi e migliorare il comfort postdonazione e non si devono svolgere attività e/o hobby rischiosi.

 

  Tipi di Donazione

Donazione di Sangue intero:

Esistono diverse tipologie di donazione: quella di sangue intero, quella di plasma (plasmaferesi), oppure di piastrine (piastrinoaferesi), e la donazione multipla di emocomponenti. Il prelievo di sangue intero ha usualmente una durata inferiore ai 10 minuti. Il volume di sangue prelevato, stabilito per legge, è uguale a 450 ml.

 

Aferesi:

Si esegue con apparecchiature che prelevano il sangue e ne separano le componenti ematiche, trattenendo quelle di cui si ha necessità (plasma, piastrine, ecc), mentre i restanti elementi vengono restituiti successivamente, utilizzando un unico accesso venoso. Ha una durata compresa tra i 40/50 minuti (per la plasmaferesi) e i 90 minuti (per la piastrinoaferesi). Nel caso della plasmaferesi, il volume prelevato deve essere compreso tra un minimo di 600 ml e un massimo di 700 ml al netto dell’anticoagulante, con un volume massimo complessivo di 1,5 litri al mese e 12 litri nell’anno.

 

Donazione multipla Emocomponenti:

Grazie all’impiego di separatori cellulari è oggi possibile effettuare anche donazioni multiple di emocomponenti, come ad esempio una plasmapiastrinoaferesi (donazione di plasma e piastrine), una eritroplasmaferesi (donazione di globuli rossi e plasma), una eritropiastrinoaferesi (donazione di globuli rossi e piastrine), una donazione di piastrine raccolta in due sacche, una donazione di 2 unità di globuli rossi. L’elenco completo dei volumi minimi e massimi per ciascuna tipologia di donazione è contenuto nell’allegato V parte A del Decreto del Ministero della Salute del 2 novembre 2015 recante “Disposizioni relative ai requisiti di qualità e sicurezza del sangue e degli emocomponenti”.

 
 

  Orari

 

  Tutti i venerdì dalle ore 21:00 alle ore 22:30 presso la nostra sede in via Palmiro Togliatti 17 Locate di Triulzi(MI)

 
 

  Galleria Immagini

      Festa della Fontana 2017            
 

  Prenotazione

La nostra struttura, oltre ad appoggiarsi all'Ospedale di Vizzolo Predabissi, ha la possibilità di utilizzare le Unità di Raccolta delle Avis di Melegnano, presso la propria sede Avis, e di Lacchiarella, presso l'Ospedale "Humanitas" di Rozzano

 

Le donazioni possono essere prenotate mediante i sotto indicati pulsanti.

 

La procedura per la prenotazione online viene attivata 20gg prima della data di raccolta prescelta e si chiude 24 ore prima della raccolta stessa. Per le raccolte del venerdì ci si potrà prenotare entro le ore 24:00 del mercoledì e per le raccolta della domenica entro le ore 24:00 del venerdì. Il giorno della donazione sarà sufficiente arrivare circa 10 minuti prima dell’inizio della fascia oraria prescelta.

 

Per accedere al programma, segui queste semplici istruzioni.

Cliccando su uno dei sottonotati pulsanti, si aprirà una pagina con un calendario mensile in cui sono indicate le date delle prossime donazioni (icone illuminate).

 

In corrispondenza di ogni fascia oraria, troverai un’icona contenente un numero che indica il le prenotazioni già accettate. Clicca sull’icona corrispondente alla fascia oraria che preferisci nella colonna “Sangue” se devi effettuare una donazione, “Controlli” se devi effettuare degli esami estemporanei o “Esami Aspirante Donatore” se vuoi verificare la tua idoneità a diventare donatore di sangue. Attenzione: se sull’icona appare una manina rossa, significa che quella fascia è già al completo, quindi dovrai sceglierne un’altra. Clicca quindi sul tasto “Prenota”. Ti apparirà una maschera con dei campi obbligatori da compilare con i tuoi dati. Ti consigliamo di lasciare anche il tuo indirizzo e-mail per ricevere la conferma di prenotazione con il “Codice di Prenotazione” (CP).

 

Dovrai inoltre selezionare la Sezione AVIS di appartenenza (ovvero Locate di Triulzi) e, infine, cliccare nuovamente sul tasto “Prenota”.

L’operazione è finita e sul video ti apparirà il “Codice di Prenotazione” (CP). È importante prendere nota del CP perché ti servirà nel caso in cui, per qualsiasi ragione, ti fosse impossibile presentarti nella giornata di raccolta e dovessi quindi annullare la tua prenotazione.

 

Ti sarà sufficiente richiamare la prima pagina del programma, digitare il tuo CP nell’apposito campo e cliccare su “ELIMINA”. Come anticipato, sulla maschera dei dati personali, c’è anche un campo dove puoi scrivere il tuo indirizzo e-mail per ricevere immediatamente una mail con il tuo CP.

Ti ricordiamo l’importanza di annullare la prenotazione nel caso non potessi presentarti per lasciare spazio ad altri donatori.

 

Ti rammentiamo che per poter effettuare una donazione, oltre al tesserino AVIS, dovrai portare con te anche un valido documento di identità.

  Melegnano

  Rozzano(Humanitas)

       
 
        locatetriulzi.comunale@avis.it
 
          02/90733062
 
          Tutti i venerdì dalle 21 alle 22,30 in Via Togliatti, 17 Locate di Triulzi
           

CARENZA SANGUE

Avvisiamo i nostri donatori c'è carenza di sangue dei gruppi 0+/0-/A+/A- presso il centro trasfusionale dell'ospedale di Vizzolo Predabissi

In caso di necessità potete usare i contatti email.


Sito di proprietà di Avis Locate di Triulzi (MI)